BIOGRAFIA

Emilio Larocca Conte (Il Conte) nasce a Maratea, un piccolo paese nel sud Italia, il 14 luglio 1988 e fino al 2006 vive a Trecchina, un paese limitrofo. Inizia lo studio del pianoforte all’età di  7 anni, per passare al flauto dopo cinque e diventare membro di un’orchestra locale. Compra la sua prima chitarra elettrica all’età di 14 anni fondando un power-trio punk rock di cui é anche il cantante. Durante questo periodo inizia anche a prendere lezioni di chitarra classica con M.ro Pino Racioppi e a suonare il basso in una cover band di brani pop/rock.

Nel 2006 si trasferisce a Bologna per studiare Musicologia al DAMS – Musica in tutte le sue discipline, come Storia della Musica (dal canto gregoriano alla Schoenberg e la Seconda Scuola Viennese), Teoria Musicale (Armonia Funzionale, Contrappunto, dodecafonia) , Etnomusicologia, Organologia, Estetica e Semiotica. Ha continuato i suoi studi durante il Master in Pubblica e Comunicazione Sociale, si è conclusa nel marzo 2013.

Dal 2007 al 2013 frequenta il corso di Bachelor of Arts in Music Performance alla Music Academy Europe, una scuola privata a Bologna, dove studia chitarra elettrica con Giacomo Castellano, Angie Passarella, Max Magagni, Alberto Bergonzoni, e altri ben noti italiano musicisti di sessione. Partecipa anche a workshop con Carl Vehreyen, Paul Gilbert, Greg Koch, Marty Friedman, Greg Howe, Jeff Loomis, Jeff Waters, John Gomm, Kiko Loureiro, Giovanni Petrucci, Massimo Varini, Ricky Portera.

Dal 2008 al 2012, è chitarrista e corista di Shinigami Squad, una cover band Anime OST, e RELIC, una band “mutant death metal” di Bologna. Qui è venuto anche il primo tour nazionale, sessioni di registrazione in studio e riprese video clip. La band RELIC è ancora attiva con un EP autoprodotto e un paio di video musicali che segnano una collaborazione di lungo periodo con Moviedel Productions.

Nell’estate del 2010 compone per la prima volta le musiche per un cortometraggio intitolato Bazza! co-prodotte con il suo compagno di università Renato Fiorito (sotto pseudonimo di Orchard’s Gull). L’interesse per le colonne sonore ritorna in modo quasi casuale nel mese di Gennaio 2013 con la partecipazione ad un corso di musica per film, che ha dato alla luce la musica dei cortometraggi Barbara, diretto da Orfeo Orlando (presentato a Cannes 2013) e L’Ultimo Proiezionista, diretto da Vito Palmieri. A causa della forte intesa instaurata con i partecipanti nacque la CiakOrchestra, un ensemble dedicato alla colonna sonora di film con musicisti professionisti dal background piuù svariato (da menzionare membri di La Classica Orchestra Afro Beat, Faden Trio). Le loro opere originali includono La Voglia di Dormire, diretto da Elio Di Pace, altre composizioni per video ed alcune esibizioni live prima dello scioglimento.
Nello stesso periodo riceve il suo primo ingaggio per il cortometraggio sperimentale Break, diretto da Ivan Selva, proiettato al Festival di Venezia nel 2014.

Dalla primavera del 2013 studia Sound Design e Produzione musicale da autodidatta, una passione nata inizialmente per dare un supporto elettronico alla musica degli Shinigami Squad ma che si rivela un progetto a tempo pieno dopo il loro scioglimento. Le nuove possibilità creative si evolvono in modo naturale nel progetto Slow Wave Sleep,  considerato dapprima come una valvola di sfogo con testi poetici e, successivamente, con musica.

Da ottobre 2014 al marzo 2015 vive a Parigi per lavorare con i compositori Jacopo Baboni-Schilingi e Michele Tadini, sviluppando competenze in Max/MSP, un linguaggio di programmazione con cui crea diversi tool di sintesi audio. Marchio di fabbrica delle sue produzioni è un tool di re-sintesi granulare, molto usato per creare atmosfere eteree e suoni sottili e glaciali.

Nel 2015 rientra a Bologna per lavorare in studi locali e collaborare come chitarrista turnista nei progetti JureDuRé e OndAnomalaÉ in questo periodo che vengono alla luce KAI ed Animal Instincts.

A Novembre 2015 si trasferisce a Berlino. Slow Wave Sleep si é già evoluto in un progetto eclettico incentrato sulle cronache surreali di Rèfles, un personaggio di fantasia e sorta di alter-ego. Con Hypnagogic il progetto esplora nuove possibilità creative offerte dal crowdsourcig. Un concept album – The Awakening Penguin – un cortometraggio – Sgamos vs Fates – ed un flusso di coscienza – Congruence – vengono prodotti con un totale di circa 43 persone coinvolte in due anni di scrittura.

Da Gennaio a Settembre 2016 è tastierista di Spookshow Inc., progetto internazionale eclettico nato nel 2008 in Lituania che fonda breakbeat e metal industriale con immaginari cyber-punk. Visions from the Blinded World é il coronamento di questo periodo.

Nel 2016 compone le musiche di My Little Sister, il terzo film horror slasher diretto da Maurizio e Roberto Del Piccolo e prodotto da Moviedel Productions, disponibile per la distribuzione in tutto il mondo grazie a Wild Eye Releasing (USA/Canada), Left Films (UK/ROI), CG Entertainment (Italia). Anche i RELIC partecipano al progetto con il Horrorstoner, un brano scritto da Relic usato per i titoli di coda , mentre M. Del Piccolo è anche il regista del videoclip promozionale del brano, con storyboard ispirata al film. Sia il film che il videoclip ricevono risonanza internazionale grazie alla partecipazione in numerosi festival di settore e riconoscimenti.

É un momento storico particolare e Berlino rappresenta uno dei centri focali dell’innovazione tecnologica in corso. La dinamica e fervida tech.scene berlinese è un avvenimento fondamentale per la vita del Conte, che partecipa tutti i giorni attivamente ai dibattiti in corso sulle nuove tendenze tecnologiche e sul loro impatto nella vita quotidiana. Si occupa di sound design e sviluppo prodotto per Aitokaiku, una tecnologia di produzione musicale generativa che utilizza algoritmi di intelligenza artificiale per trasformare impulsi esterni in musica. Ad Ottobre 2016 abbandona il progetto per fondare Nilasphere, la sua startup focalizzata nella produzione di intrattenimento di nuova generazione attraverso le tecnologie di Realtà Virtuale ed Aumentata. Vena, la prima esperienza prodotta, sta esplorando nuovi modi di produzione musicale e crossover artistico.

Snare on