Facebook Twitter Instagram YouTube Tumblr Soundcloud

La fabbrica dell’indignazione

Curioso vedere come da un lato ci sono i soliti polli pronti a puntare il dito contro qualcosa che si nutre della reazione imbarazzata e punzecchiata dei detrattori, che alimenta la tenerezza dei sostenitori, dall’altro dei despoti culturali che accollano rimandi a eventi, all’epoca sovversivi sul serio, che in questo contesto sottolineano l’aspetto modaiolo della questione, che lascia quello che trova. Poi ci sono io, che commento e condivido in buona fede ma in realtà sono parte di un sottogruppo dei polli in qualche modo. Chi scrive, chi commenta, e quei poveri cristi di ragazzini che si ci trovano in mezzo, tutti coinvolti nel paradosso offerto da quest’epoca di culto del vuoto.

Slow Wave Sleep will occasionally send you relevant information regarding tour dates, new releases, etc. You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at hello@swsleep.net. We will treat your information with respect and not share with any third parties.